DPReview stronca l’AF della Nikon Z7

In questo articolo  pubblicato oggi 24/10/18, DPReview ha letteralmente stroncato l’AF della Nikon Z7. Questo giudizio, così insolitamente tranchant, è giustificato?

Se leggete la mia prova della Z7, vedrete che sostanzialmente i risultati di DPReview sono allineati con i miei. I problemi principali sono:

  1. La macchina ha un ottimo AF-S ma il suo AF-C è praticamente inutilizzabile.Devo dire, anzi ripetere, che la Z7 NON è una macchina di azione. E’ una macchina per scatti calmi, meditati e moolto lenti! Io aggiungo che Il problema non è solo l’AF-C molto deficitario, ma anche la raffica che ha una velocità di soli 5.5 fps (con AF e Esposizione automatica) e un buffer minuscolo che si riempie dopo soli 13 scatti RAW (contro gli 83!!!  della SONY A7RIII per dare un riferimento)
  2. Il rilevamento del volto (face detection) è incerto, lento e poco affidabile. Io aggiungo che ha una strana propensione per scambiare le orecchie delle persone con le loro facce!
  3. Tutto l’AF soffre le scene buie e sostanzialmente si ferma 2 EV sotto alle SONY e alla ML Canon
  4. Il Menu dell’AF è poco flessibile e le impostazioni sono farraginose e incomplete.

Tuttavia, secondo me, la Z7 per tutto il resto è una macchina bella, che si usa con felicità e che può dare molta soddisfazione ai suoi proprietari.

Naturalmente il suo prezzo attuale di 3950€ è veramente sbagliato. Dovrebbe essere, secondo me, di circa 500€ sotto a quello della SONY A7RIII, quindi intorno ai 2500€. Così sarebbe nel giusto rapporto non solo con la  superiore SONY A7RIII (mi spiace ma è così), ma anche con la Nikon D850.

Come vanno le vendite della Z7? ho parlato con 3 rivenditori “grossi” e la risposta è che si vende, ma poco per ora. Però, tutto sommato, in linea con le previsioni. Bisognerà aspettare la fine dell’anno (2018) per trarre le prime conclusioni.

Nikon Mirrorless Z6 e Z7: Flip o Flop?

Dopo una “pittoresca” e molto discutibile campagna pubblicitaria in stile teaser, finalmente Nikon ha presentato le sue mirrorless Full Frame: Z6 e Z7 che guardano rispettivamente alle Sony A7III e A7RIII.

Purtroppo le aspettative sollevate dalla pubblicità erano forse eccessive e  il lancio si è rivelato un po’ deludente lasciando costernati i fedeli utenti Nikon che speravano in una Nikon über alles e si ritrovano con…con che cosa sai ritrovano veramente? Devono essere veramente delusi? o c’è della vera sostanza in queste Nikon?

Secondo me dobbiamo dividere l’analisi delle Z-machines in due parti: le specifiche tecniche e come andrà nella realtà

1. SPECIFICHE TECNICHE

Qui purtroppo andiamo così così. Non voglio ripetere qui ciò che è apparso ormai su tutti i siti del mondo, ma mi limiterò a un riassunto conciso:

  • un solo slot di schede di memoria
  • raffica molto lenta se si mantiene AF e esposizione, parliamo di 5-6 fps circa per la Z7 contro i 10 delle A7 e i 20 della A9
  • assenza dell’Eye-AF cioè dell’autofocus sull’occhio
  • batteria con dati CIPA di 300 scatti contro i 600-700 delle nostre Sony. Ricordiamoci che sono dati “standard” e hanno valore come indice proporzionale
  • prima tendina elettronica limita tempo minimo a 1/2000″ (ma perchè??)
  • no Pixel-Shift
  • raffica RAW a 14 bit limitata a 18 scatti
  • solo 3 lenti native per ora e non c’è l’equivalente dello stellare Sony 24-105 f/4
  • Roadmap degli obiettivi molto confusa…lenta e priva di lenti che fanno sognare a parte un 58mm f/095 a 5000€
  • prezzo fuori da ogni logica e sproporzionato al valore della macchina.
  • sensore Z7 che “paga” 1/2 stop di qualità (NR, dinamica, ecc) alla A7RIII in cambio però di una sensibilità minima effettiva più bassa (64ISO vs 100ISO)

2. COME VA NELLA REALTA’

E qui casca l’asino perchè per ora l’hanno provata in pochissimi e, sia chiaro, io non sono tra questi.

Ma dobbiamo essere ottimisti: Nikon sa come costruire una macchina fotografica e io credo che queste Z cadranno perfettamente in mano e saranno usabilissime!

Le mie conclusioni semplici e dirette:

Le Nikon Z sono belle macchine, sicuramente usabilissime, ma con specifiche che le riportano a una generazione addietro delle Sony, sostanzialmente in linea con le A7II e A7RII, qualcosa in meno e qualcosina in più, ma chiaramente al disotto dei dati della serie A7III.

Il problema fondamentale delle Nikon Z

…sta nel processore e in tutto l’apparato elettronico. Per questo una batteria grossa come quelle che hanno dura così poco: bassa efficienza e grande dispersione di calore. Questo spiega la scarsa durata, la raffica lenta, la mancanza dell’Eye-AF e sostanzialmente tutte le mancanze che abbiamo visto prima.

Purtroppo le nuove fotocamere sono sempre di più dei terminali elettronici e l’abilità micro-meccanica, dove Nikon eccelle, conta sempre meno. Sinceramente non vedo un grandissimo futuro per Nikon…purtroppo, perchè è un marchio che ho sempre amato. :mrgreen: 

Avranno successo?

Per Nikon si tratta di make or break.

Possono essere un 1. grande successo…2. un successino o 3. un flop come con la serie V1. Il prezzo richiesto in Italia per una Z7, vicino ai 4000€ (Nital) è semplicemente assurdo e oltraggioso. Dovrà essere rivisto alla svelta e in modo molto consistente pena ripetizione dello scenario 3 (ossia delle V1, macchine ottime nel loro ambito ma prezzate 3 volte il loro valore intrinseco…un disastro commerciale annunciato).

Vedremo nelle prossime settimane come il mercato le riceverà, ma non sono molto ottimista per la vecchia Naikon!!

 

 

Nota bene

Questo sito è dedicato alle fotocamere SONY, ma noi adoriamo parlare di fotografia e di macchine fotografiche di tutti i tipi e di tutte le marche. Non siamo ossessionati dal nostro brand di elezione…non siamo asini coi paraocchi :mrgreen:  :mrgreen:

…per cui scrivete pure quello che vi pare. Non ci sono censure, approvazioni o rimproveri da maestrina frustrata.

Qui c’è ossigeno e aria fresca per tutti!